17 Luglio 2024

SSD, clonarla non è affatto impossibile: la guida semplificata per riuscirci

SSD, clonarla non è affatto impossibile: la guida semplificata per riuscirci

  

Hai bisogno di spostare il tuo sistema operativo su un nuovo disco ma non vuoi formattare? Ecco la guida semplificata per clonare l’SSD.

Un processo molto poco utilizzato è quello di clonare l’SSD. Questo permette di prendere un disco e copiarlo in maniera identica su un altro disco, generalmente operazione molto utile quando si vuole spostare il disco del sistema operativo senza formattare. Avete paura a farlo? Non preoccupatevi: ecco tutti gli strumenti che vi servono per farlo.

Ecco la guida semplificata per come clonare l’SSD – Computer-Idea.it

Mentre in passato questo processo era ritenuto rischioso, ora molti software (inclusi quelli forniti con l’SSD, come Samsung Magician) permettono di eseguire la clonazione senza troppe difficoltà. Per la guida useremo “Macrium Reflect”, che è disponibile con una prova gratuita di 30 giorni. Una volta scaricato dal sito Macrium tramite l’opzione “Download Free Trial” possiamo procedere con la clonazione. Ecco la guida in base alle vostre necessità.

Guida semplificata alla clonazione dell’SSD: tutti i passaggi

Una volta avviato Macrium Reflect dovremo scegliere l’opzione che ci interessa. La più comune è quella di voler clonare il vecchio HDD sul nuovo SSD. Farlo è molto semplice: sulla finestra di Reflect selezioniamo “Clona questo disco” sul nostro disco attuale e, alla voce “Seleziona un disco in cui clonare”, selezioniamo il nuovo SSD. Premiamo “Copia” e poi “Riduci o estendi per riempire disco destinazione”. Questo ci mostrerà l’anteprima della clonazione, che includerà tutte le partizioni eventualmente fatte sul disco originale.

L’opzione per ridurre o estendere il disco è molto importante, perché si occuperà di ridimensionare le partizioni in base alla differenza di spazio sul nuovo disco. Se non siamo soddisfatti e vogliamo impostare manualmente le nuove partizioni basterà cliccare su “Layout” e ridimensionarle a mano. Premiamo “Avanti” e su “Fine”, e ora aspettiamo. Essendo un trasferimento da un vecchio HDD questo può richiedere un paio d’ore, quindi rilassatevi e mettetevi a fare altro mentre aspettate.

Con questa guida semplificata potrete clonare l’SSD, che sia da HDD o da altro – Computer-Idea.it

Opzione meno rara ma comunque desiderabile, come nel passaggio a un disco M.2, è quella di clonare da SSD a SSD. Il processo è perlopiù identico. L’unica differenza è che, dopo aver scelto il disco di destinazione, possiamo cliccare su “Opzioni avanzate” e abilitare la copia intelligente del settore, che sfrutta tutte le opzioni moderne degli SSD come il TRIM SSD e il Rapid Delta Clone, rendendo il processo rapido, pulito e indolore.

Reflect offre, inoltre, la possibilità di pianificare la clonazione per un orario specifico, selezionabile dopo aver configurato il tutto. Questo è perfetto per preparare il processo in un momento in cui non siamo al computer, come gli orari notturni. Insomma, con i programmi moderni clonare l’SSD è davvero una passeggiata. Macrium Reflect è disponibile gratuitamente solo per 30 giorni dall’installazione, quindi consigliamo di installarlo al momento della clonazione stessa.

L’articolo SSD, clonarla non è affatto impossibile: la guida semplificata per riuscirci sembra essere il primo su Computer Idea.