24 Luglio 2024

Misteriosi colpi uditi dai taikonauti nel 2003

Un suono misterioso, descritto come un “colpo”, è stato riportato da diversi astronauti cinesi durante le missioni Shenzhou dell’Agenzia spaziale cinese. Yang Liwei, il primo taikonauta (cioè astronauta cinese), ha raccontato di aver udito questo suono inspiegabile durante la sua missione inaugurale nel 2003. Il rumore, simile a quello di un martello che batte contro un secchio di ferro, non proveniva né dall’interno né dall’esterno della navicella spaziale.. Nonostante l’iniziale nervosismo, Liwei non è riuscito a individuare la causa del rumore, che è stato poi segnalato anche dagli astronauti delle missioni Shenzhou 6 e 7.
Che sarà? Le ipotesi sulla natura di questo fenomeno sono diverse. Alcuni esperti ipotizzano che possa trattarsi di detriti spaziali che colpiscono la navicella, anche se questa teoria sembra improbabile. Un’altra spiegazione più plausibile potrebbe essere legata all’espansione e alla contrazione della navicella a causa delle basse temperature nello spazio.
Non è la prima volta che vengono segnalati suoni misteriosi nello spazio. Nel 1969, l’equipaggio dell’Apollo 10 riportò un fischio inspiegabile durante la missione lunare, probabilmente causato da interferenze radio.. Anche se la spiegazione del “colpo” udito dagli astronauti cinesi rimane un mistero, è probabile che si tratti di un problema di progettazione comune ai veicoli Shenzhou. Fortunatamente, tutte le missioni sono state completate con successo, suggerendo che il suono, per quanto strano, non ha rappresentato un pericolo per gli equipaggi.
Questo fenomeno, tuttavia, solleva interrogativi sulla sicurezza e sulla progettazione delle navicelle spaziali, aprendo nuove strade per la ricerca scientifica e l’esplorazione spaziale..

 Astronauti cinesi riferiscono di avere udito misteriosi “colpi” durante le missioni del passato. Le possibili spiegazioni sono diverse, ma nessuna convince pienamente. Un suono misterioso, descritto come un “colpo”, è stato riportato da diversi astronauti cinesi durante le missioni Shenzhou dell’Agenzia spaziale cinese. Yang Liwei, il primo taikonauta (cioè astronauta cinese), ha raccontato di aver udito questo suono inspiegabile durante la sua missione inaugurale nel 2003. Il rumore, simile a quello di un martello che batte contro un secchio di ferro, non proveniva né dall’interno né dall’esterno della navicella spaziale.. Nonostante l’iniziale nervosismo, Liwei non è riuscito a individuare la causa del rumore, che è stato poi segnalato anche dagli astronauti delle missioni Shenzhou 6 e 7.
Che sarà? Le ipotesi sulla natura di questo fenomeno sono diverse. Alcuni esperti ipotizzano che possa trattarsi di detriti spaziali che colpiscono la navicella, anche se questa teoria sembra improbabile. Un’altra spiegazione più plausibile potrebbe essere legata all’espansione e alla contrazione della navicella a causa delle basse temperature nello spazio.
Non è la prima volta che vengono segnalati suoni misteriosi nello spazio. Nel 1969, l’equipaggio dell’Apollo 10 riportò un fischio inspiegabile durante la missione lunare, probabilmente causato da interferenze radio.. Anche se la spiegazione del “colpo” udito dagli astronauti cinesi rimane un mistero, è probabile che si tratti di un problema di progettazione comune ai veicoli Shenzhou. Fortunatamente, tutte le missioni sono state completate con successo, suggerendo che il suono, per quanto strano, non ha rappresentato un pericolo per gli equipaggi.
Questo fenomeno, tuttavia, solleva interrogativi sulla sicurezza e sulla progettazione delle navicelle spaziali, aprendo nuove strade per la ricerca scientifica e l’esplorazione spaziale..