13 Luglio 2024

Computer impallato all’avvio? Non portarlo dal tecnico, risolvi con questo trucco

  

Diversi fattori collaborano per rendere i nostri dispositivi più lenti all’avvio, ma basta un po’ di manutenzione per aggiustare le cose.

Chiunque possieda un computer con qualche anno sulle spalle conosce la situazione: all’avvio il computer diventa sempre più lento, al punto che diventa necessario accenderlo svariati minuti prima per poterlo utilizzare quando si vuole. Un avvio lento o lungo di Microsoft Windows può essere causato da molti problemi diversi.

Un computer lento può essere dovuto a diversi problemi, principalmente legati allo spazio di archiviazione – computer-idea.it

In genere, i problemi sono da ricercare nella memoria utilizzata e nei software installati sul sistema. Anche se non ce ne rendiamo conto, infatti, diversi programmi si avviano autonomamente all’accensione del computer e poi rimangono attivi, occupando memoria. Disabilitare questi programmi, che spesso neanche si utilizzano, può ridurre il tempo di avvio. Oltre a questo, ci sono diversi altri accorgimenti da prendere.

Rendere il computer di nuovo efficiente è possibile

Uno dei motivi più comuni per cui un computer è lento all’avvio è un’infezione da virus e malware. Questi programmi malevoli possono influire direttamente sui file di sistema di Windows, facendoli caricare o eseguire molto lentamente o a volte impedendo loro di eseguirsi affatto.

Altri virus e malware possono creare centinaia o migliaia di file temporanei falsi che riempiono lo spazio sull’hard disk, rendendo difficile per Windows avviarsi correttamente ed efficientemente. Fondamentale, quindi, eseguire una scansione antivirus (meglio ancora in Modalità provvisoria di Windows, poiché alcuni virus possono sfuggire agli antivirus nella modalità normale di Windows).

Liberare spazio di archiviazione è spesso il modo migliore per rendere più veloce il computer all’avvio – computer-idea.it

Arriviamo a quello che, nella maggior parte dei casi, è la vera causa del problema: lo spazio su disco insufficiente. Per far funzionare ottimamente il computer, è consigliabile avere almeno il 15% di spazio libero su disco per un hard disk standard o il 25% di spazio libero su disco per un SSD (unità a stato solido). Ad esempio, se hai un hard disk standard con una capacità totale di 500 GB, è consigliabile avere almeno 75 GB di spazio libero disponibile. Con un SSD da 500 GB, è consigliabile avere almeno 125 GB di spazio libero disponibile per tempi di avvio migliori e prestazioni generali.

In altri casi potrebbe essere necessario un aggiornamento dei driver. Se si nota un progressivo rallentamento dell’avvio, quindi, è bene assicurarsi che il computer abbia installati gli ultimi driver hardware e eventuali aggiornamenti disponibili di Microsoft Windows.

Nei casi più gravi può rendersi necessaria una formattazione. Sebbene il processo richieda un po’ di tempo, cancellare tutto dal computer e reinstallare Windows può essere un modo per far tornare il computer a funzionare come quando era nuovo.

Ancora più seria è la situazione in cui il problema è causato da un hardware difettoso. Ad esempio, se l’alimentatore non fornisce abbastanza energia ai componenti hardware, il computer non può funzionare correttamente e potrebbe avviarsi molto lentamente. In questi casi è importante eseguire test di diagnostica hardware per determinare se qualche componente del computer è difettoso e deve essere sostituito.

L’articolo Computer impallato all’avvio? Non portarlo dal tecnico, risolvi con questo trucco sembra essere il primo su Computer Idea.