19 Giugno 2024

Come allestire una cucina di un ristorante: tutto quello che devi sapere

Per avviare un’attività, qualunque essa sia, è indispensabile prevedere una serie di lavori e operazioni finalizzati a mettere i locali di lavoro nelle condizioni adatte affinché il personale possa svolgere in sicurezza e al meglio le proprie mansioni. Quali sono questi lavori e operazioni da prevedere per la cucina di un ristorante? Vediamo più da vicino gli aspetti essenziali per allestire una cucina di un ristorante.

Progettare una cucina

La cucina di un ristorante è un ambiente molto delicato. È il luogo nel quale dovranno lavorare più professionisti entrando in contatto con materie prime alimentari (quindi rispondendo a questioni igieniche) che dovranno manipolare e cucinare in vario modo e in tempi relativamente rapidi. È quindi indispensabile che il progetto della cucina sia sviluppato in modo che ciascuno possa muoversi liberamente (anche durante i momenti più frenetici), trovare e accedere facilmente a ciò di cui ha bisogno e prevedere che, tenendo conto delle dimensioni di quel locale, la posizione dei vari arredi ed elettrodomestici sia pensata in maniera tale da massimizzare la produttività.

Ci sono ovviamente anche norme igienico-sanitarie, nazionali e locali, cui fare riferimento con i requisiti minimi in base al tipo di attività di ristorazione, che la cucina deve rispettare.

I materiali da utilizzare

Il primo aspetto da considerare riguarda i materiali da utilizzare. Sia nelle superfici che nei vari accessori e complementi. Nelle cucine dei ristoranti vanno evitati ripiani in legno, utensili e contenitori in plastiche inquinanti e stoviglie realizzati con materiali in piombo e arsenico. La scelta ideale è e resta quella dell’acciaio inox che si garantisce un’ottima facilità di pulizia, non si arrugginisce, non rilascia sostanze, non altera le proprietà degli alimenti e non si deforma facilmente.

A proposito di materiali è utile porre l’attenzione anche sui pavimenti e sulle piastrelle. Per il pavimento è consigliato uno liscio, antiscivolo e che preveda fughe strette. Per le piastrelle e in generale i rivestimenti verticali meglio evitare superfici non lisce e poco porose che possono risultare complesse da pulire.

L’allestimento di una cucina di un ristorante

L’altro aspetto cruciale riguarda la dotazione delle cucine. In quelle dei ristoranti non possono mancare i lavelli, i piani di cottura, gli armadi frigo, le cappe d’aspirazione, le lavastoviglie e un numero adeguato di piano di preparazione per i cibi. A seconda dello spazio e del tipo di ristorazione è possibile integrare attrezzature cucine per ristoranti usate professionali come impastatrici, griglie, friggitrice e microonde con i quali avere tutto il necessario per le proprie attività.

Molto importante si rivela la posizione delle attrezzature di preparazione e cottura degli alimenti. Proprio per le ragioni di sicurezza, comodità e funzionalità di cui abbiamo già parlato spesso nelle cucine dei ristoranti si prevede l’isola di cottura, concentrando il necessario al centro del locale.

L’illuminazione

Indispensabile è anche l’attenzione verso l’illuminazione. Questa deve essere curata nei minimi dettagli per consentire a ogni professionista di avere una visione adeguata sia per la corretta preparazione delle pietanze che per ragioni di sicurezza. È utile prevedere l’integrazione tra faretti fissi a LED e lampade con braccio direzionale così da orientare al meglio la luce su ogni spazio di lavoro.

 Per avviare un’attività, qualunque essa sia, è indispensabile prevedere una serie di lavori e operazioni … 

Per avviare un’attività, qualunque essa sia, è indispensabile prevedere una serie di lavori e operazioni finalizzati a mettere i locali di lavoro nelle condizioni adatte affinché il personale possa svolgere in sicurezza e al meglio le proprie mansioni. Quali sono questi lavori e operazioni da prevedere per la cucina di un ristorante? Vediamo più da vicino gli aspetti essenziali per allestire una cucina di un ristorante.

Progettare una cucina

La cucina di un ristorante è un ambiente molto delicato. È il luogo nel quale dovranno lavorare più professionisti entrando in contatto con materie prime alimentari (quindi rispondendo a questioni igieniche) che dovranno manipolare e cucinare in vario modo e in tempi relativamente rapidi. È quindi indispensabile che il progetto della cucina sia sviluppato in modo che ciascuno possa muoversi liberamente (anche durante i momenti più frenetici), trovare e accedere facilmente a ciò di cui ha bisogno e prevedere che, tenendo conto delle dimensioni di quel locale, la posizione dei vari arredi ed elettrodomestici sia pensata in maniera tale da massimizzare la produttività.

Ci sono ovviamente anche norme igienico-sanitarie, nazionali e locali, cui fare riferimento con i requisiti minimi in base al tipo di attività di ristorazione, che la cucina deve rispettare.

I materiali da utilizzare

Il primo aspetto da considerare riguarda i materiali da utilizzare. Sia nelle superfici che nei vari accessori e complementi. Nelle cucine dei ristoranti vanno evitati ripiani in legno, utensili e contenitori in plastiche inquinanti e stoviglie realizzati con materiali in piombo e arsenico. La scelta ideale è e resta quella dell’acciaio inox che si garantisce un’ottima facilità di pulizia, non si arrugginisce, non rilascia sostanze, non altera le proprietà degli alimenti e non si deforma facilmente.

A proposito di materiali è utile porre l’attenzione anche sui pavimenti e sulle piastrelle. Per il pavimento è consigliato uno liscio, antiscivolo e che preveda fughe strette. Per le piastrelle e in generale i rivestimenti verticali meglio evitare superfici non lisce e poco porose che possono risultare complesse da pulire.

L’allestimento di una cucina di un ristorante

L’altro aspetto cruciale riguarda la dotazione delle cucine. In quelle dei ristoranti non possono mancare i lavelli, i piani di cottura, gli armadi frigo, le cappe d’aspirazione, le lavastoviglie e un numero adeguato di piano di preparazione per i cibi. A seconda dello spazio e del tipo di ristorazione è possibile integrare attrezzature cucine per ristoranti usate professionali come impastatrici, griglie, friggitrice e microonde con i quali avere tutto il necessario per le proprie attività.

Molto importante si rivela la posizione delle attrezzature di preparazione e cottura degli alimenti. Proprio per le ragioni di sicurezza, comodità e funzionalità di cui abbiamo già parlato spesso nelle cucine dei ristoranti si prevede l’isola di cottura, concentrando il necessario al centro del locale.

L’illuminazione

Indispensabile è anche l’attenzione verso l’illuminazione. Questa deve essere curata nei minimi dettagli per consentire a ogni professionista di avere una visione adeguata sia per la corretta preparazione delle pietanze che per ragioni di sicurezza. È utile prevedere l’integrazione tra faretti fissi a LED e lampade con braccio direzionale così da orientare al meglio la luce su ogni spazio di lavoro.