5 Marzo 2024

Apple sembra aver trovato un rimedio al tallone d’Achille di tutti i suoi dispositivi

Apple sembra aver trovato un rimedio al tallone d’Achille di tutti i suoi dispositivi

  

Se ti è mai capitato per le mani un device Apple ti sarai reso conto di quanto siano ricchi di stile e dalle grandi performance, ma hanno anche punti deboli: uno pare sia pronto a scomparire

Gli iPhone sono indubbiamente smartphone dalle grandissime prestazioni, ciò non significa che i possessori non abbiano mai manifestano alcun problema. C’è in particolare un aspetto che sembra rovinare sempre un po’ l’esperienza con un iPhone o con un iPad. E non è certo la questione legata alla famosa presa Lightning, che adesso nei nuovi modelli è stata sostituita da una classica USB C e che quindi consente di ricaricare un prodotto della Mela senza dover per forza avere per le mani un caricabatterie originale, uno degli accessori che tra l’altro non si trovano più nelle confezioni.

Il tuo nuovo iPhone sarà diverso, parola di Apple – computer-idea.it

La questione che Apple sembra voler risolvere è un’altra ed è doppia: da una parte smettere di fare affidamento su produttori esterni e dall’altra dare finalmente ai suoi device batterie che durino come gli altri. Come verrà risolto questo doppio problema?

Apple e quella voglia di indipendenza, per sé e i device

A trattare l’argomento è un report uscito su ETnews. Nel report si parla del fatto che Apple stia lavorando da diverso tempo, si parla di anni già, a un modo per creare le proprie batterie senza dover fare affidamento sui produttori di pezzi esterni. A titolo di esempio possiamo ricordare di come la società stia già lavorando per esempio per eliminare i modem Qualcomm.

iPhone avrà una batteria tutta nuova, i rumors che circolano – computer-idea.it

E vale anche la pena ricordare di come la Mela stia lavorando per esempio ai propri display con la tanto chiacchierata nuova tecnologia dei micro LED, che dovrebbe debuttare non prima di altri quattro anni sugli Apple Watch. Nel report ETnews si parla però in particolare delle batterie che sono il vero e proprio tallone d’Achille dei device Apple. A quanto pare la società ha intenzione di fare quello che ha già fatto con altre componenti, come per esempio i chip interni che sono ora a tutti della famosa serie M.

La batteria di cui si parla è una batteria sviluppata soprattutto per gli iPhone, che saranno il banco di prova. Se l’esperimento con gli smartphone andrà a buon fine è molto probabile che poi Apple comincerà a espandere questa nuova tecnologia anche sugli altri prodotti. L’indipendenza verrà dalla ambizione realizzata di costruire internamente addirittura le componenti e scegliere i materiali di partenza. Per quello che riguarda proprio i materiali abbiamo qualche indiscrezione riguardo il catodo che dovrebbe essere a base di nichel, cobalto, alluminio e manganese: una piccola rivoluzione rispetto alla struttura delle batterie attualmente disponibili.

Non è difficile immaginare che il lavoro che Apple sta portando avanti con iPhone, oltre a dare alla società degli smartphone con una batteria più lunga e la sicurezza di essere al riparo da eventuali nuovi eventi pandemici globali, serve a rendere appetibili i famosi visori per la realtà virtuale. Prodotti per cui la durata della batteria, la sua leggerezza e la velocità di ricarica diventano l’unico selling point.

L’articolo Apple sembra aver trovato un rimedio al tallone d’Achille di tutti i suoi dispositivi sembra essere il primo su Computer Idea.