19 Giugno 2024

Alle mucche piacciono le coccole

La pet therapy è una novità degli ultimi anni che prevede interazioni controllate tra umani e animali che dovrebbero portare benefici psicologici ai primi (e si spera anche ai secondi). Solitamente coinvolgono cani e gatti, ma un nuovo studio pubblicato sulla rivista Human-Animal Interactions ne propone una nuova versione che pare avere effetti positivi su tutte le creature coinvolte: quella con le mucche, che traggono beneficio dal contatto umano – in particolare, e ancora non sappiamo bene perché, da quello con le femmine. . Protocollo di interazione. Lo studio sfrutta un protocollo chiamato HAIS, Human-Animal Interaction Scale, che misura gli effetti positivi e negativi dell’interazione uomo-animale sia dal punto di vista dei primi, sia dei secondi. La prima metà dell’equazione non è difficile da misurare: il protocollo prevede una serie di domande alle quali rispondere dopo aver interagito con l’animale.
La seconda metà si basa invece sulla capacità di lettura del linguaggio del corpo dell’animale in questione: nel caso delle mucche, tra i segni di fiducia e piacere ci sono il fatto di sdraiarsi per farsi accarezzare, e ovviamente il grooming, cioè le classiche leccate. Lo studio, condotto nel Surrey Hills Sanctuary dello stato di New York, ha coinvolto 11 umani e due mucche.
. Meglio le femmine? Entrambe le mucche (che in realtà erano tori castrati) hanno dimostrato di apprezzare il contatto umano, mostrando tutti i segni positivi e nessuno di quelli negativi (tra i quali c’è un aumento delle vocalizzazioni) comtempalti dal test di valutazione.
Curiosamente, le interazioni più positive sono state quelle con umani di sesso femminile: non sappiamo però se si tratti effettivamente di una preferenza legata al genere, oppure se semplicemente le donne coinvolte fossero più brave e fiduciose nell’approcciare gli animali. Quale che sia la spiegazione, lo studio è una prima dimostrazione che le mucche apprezzano la presenza umana e anche il contatto fisico, e che la pet therapy che le coinvolge potrebbe avere effetti positivi su entrambe le parti in causa..

 Le interazioni tra umani e mucche possono essere positive per entrambi – soprattutto se siete femmine. La pet therapy è una novità degli ultimi anni che prevede interazioni controllate tra umani e animali che dovrebbero portare benefici psicologici ai primi (e si spera anche ai secondi). Solitamente coinvolgono cani e gatti, ma un nuovo studio pubblicato sulla rivista Human-Animal Interactions ne propone una nuova versione che pare avere effetti positivi su tutte le creature coinvolte: quella con le mucche, che traggono beneficio dal contatto umano – in particolare, e ancora non sappiamo bene perché, da quello con le femmine. . Protocollo di interazione. Lo studio sfrutta un protocollo chiamato HAIS, Human-Animal Interaction Scale, che misura gli effetti positivi e negativi dell’interazione uomo-animale sia dal punto di vista dei primi, sia dei secondi. La prima metà dell’equazione non è difficile da misurare: il protocollo prevede una serie di domande alle quali rispondere dopo aver interagito con l’animale.
La seconda metà si basa invece sulla capacità di lettura del linguaggio del corpo dell’animale in questione: nel caso delle mucche, tra i segni di fiducia e piacere ci sono il fatto di sdraiarsi per farsi accarezzare, e ovviamente il grooming, cioè le classiche leccate. Lo studio, condotto nel Surrey Hills Sanctuary dello stato di New York, ha coinvolto 11 umani e due mucche.
. Meglio le femmine? Entrambe le mucche (che in realtà erano tori castrati) hanno dimostrato di apprezzare il contatto umano, mostrando tutti i segni positivi e nessuno di quelli negativi (tra i quali c’è un aumento delle vocalizzazioni) comtempalti dal test di valutazione.
Curiosamente, le interazioni più positive sono state quelle con umani di sesso femminile: non sappiamo però se si tratti effettivamente di una preferenza legata al genere, oppure se semplicemente le donne coinvolte fossero più brave e fiduciose nell’approcciare gli animali. Quale che sia la spiegazione, lo studio è una prima dimostrazione che le mucche apprezzano la presenza umana e anche il contatto fisico, e che la pet therapy che le coinvolge potrebbe avere effetti positivi su entrambe le parti in causa..